ALBERTO PANZA: LE SORPRESE DELLO SPECCHIO, RITRATTO E AUTORITRATTO NEL TEMPO E OLTRE IL TEMPO
Alberto Panza

Il primo personaggio che incontreremo in questo percorso è un retore e commediografo della Atene del IV sec. di nome Theodektes. Della sua opera teatrale ci sono pervenuti alcuni frammenti, in uno dei quali l’autore sostiene che vecchiaia e matrimonio devono essere molto simili, dato che tutti desiderano arrivarci, ma una volta che ci sono arrivati si intristiscono e vorrebbero ritornare alla condizione precedente.

UN'ETICA PER IL FUTURO
Massimo Venturi Ferriolo

La vita riserva sorprese. Stiamo vivendo un periodo storico unico di grandi mutamenti. Da tempo lamentiamo un progressivo, sempre più accelerato, disastro ambientale con un rapido cambiamento climatico. Ci sono allarmismi e negazioni. I giovanissimi reclamano un futuro che gli stiamo togliendo sotto i piedi e sopra la testa, tra terra e cielo.
Il costante consumo e la distruzione quasi scientifica delle risorse di Nostra Madre Terra stanno provocando effetti incontrollabili sull’ambiente, minacciando direttamente la nostra vita con il virus Covid-19 che ha bloccato la nostra libertà di azione. 

FRIEDRICH E DIOTIMA
Vincenzino Siani

«C’è un essere al mondo presso il quale il mio spirito può e potrà indugiare millenni». Per Hölderlin quell’essere era Susette Gontard, madre del giovane Henry di cui il poeta era precettore. Fra Susette e Friederich scoppiò una grande passione e Susette diventò Diotima, maestra in amore, di cui racconta Socrate nel Simposio di Platone.

2019 - NUTRIRSI HA COMPIUTO DIECI ANNI
Vincenzino Siani

Il primo marzo 2009 vedeva la luce il primo numero di NUTRIRSI, allora rivista trimestrale online, poi anche in formato cartaceo, oggi portale web.
Siamo grati a quanti in questi dieci anni hanno generosamente partecipato ad arricchire la rivista di contributi originali.

La montagna incantata di Thomas Mann
Alessia Moretti

Ci sono musiche che, per amarle profondamente, bisogna ascoltarle per almeno due volte. In modo tale che l’orecchio abbia il tempo di sincronizzarsi su una frequenza nuova. Così questo romanzo. Che se amato una prima volta, sarebbe ancora più apprezzato una seconda.