• NUTRIZIONE VEGETARIANA, ALIMENTI, EDUCAZIONE
  • 3 Marzo 2015

    Pinoli

    Originario delle regioni mediterranee dell’Europa meridionale e delle zone costiere dell’Asia minore, Pinus pinea è oggi specie diffusa in quasi tutta l’Europa centro-meridionale.

     PINOLI-CLASS SCIEN

    Morfologia

    Il pino italico può raggiungere altezze di 25-30 metri; ha fusto eretto con ramificazioni laterali solo sul terzo superiore; la chioma si presenta espansa ad ombrello.

    La corteccia è spessa, di colore bruno-rossastro con sfumature grigiastre; presenta profondi solchi longitudinali che la dividono in placche allungate verticalmente. Le foglie sono persistenti, costituite da aghi flessibili, di colore verde scuro, a volte contorti e appuntiti, lunghi 10-20 cm e inseriti in gruppi di due in modo rado sui rametti.

    Il pino italico è albero monoico; le strutture riproduttive (infiorescenze) sono dette sporofilli e sono distinti in maschili (microsporofilli) e femminili (macrosporofilli). I microsporofilli sono formati da piccoli coni ovoidali e allungati color giallo-arancio, raggruppati in posizione terminale sui rami. Liberano il polline a maggio-giugno. I macrosporofilli sono giallo-arancio intenso, e crescono all'estremità dei nuovi germogli riuniti in uno strobilo di color verde chiaro, lungo 1-2 cm, che evolve in una tipica pigna globosa e larga, con apice arrotondato, lunga 12-15 cm e diametro fino a 10-12 cm.

    I frutti di Pinus picea sono le pigne, strobili ovoidali, lunghi 8-15 cm. Solitarie o a coppie, le pigne maturano e si aprono liberando i semi, i pinoli, dopo 3-4 anni solari. I pinoli, lunghi circa 2 cm, sono chiusi in un guscio legnoso grigio-scuro. I coni sono di colore marrone chiaro e lucidi, con squame leggermente convesse verso l’esterno. La raccolta delle pigne viene effettuata a partire da ottobre e per tutto l'inverno. Da cento chilogrammi di pigne si ottengono circa 25 kg di pinoli con guscio e 6-8 kg di pinoli sgusciati.

    PINOLI-IMM SI

    Habitat

    Il Pino italiano è un albero rustico ed eliofilo; si adatta a substrati poveri e non sopporta climi rigidi e gelate. Vive nelle zone costiere mediterranee, su dune sabbiose e su terreni aridi, dal livello del mare fino a 7-800 m di altitudine. Sulle coste si associa con le piante della macchia mediterranea e forma pinete. In Italia è coltivato ovunque, ad eccezione delle zone montuose: tale frequente presenza lo ha fatto considerare l’albero simbolo del nostro paese.

    Proprietà nutrizionali

    I pinoli sono assai ricchi in lipidi e proteine; tra gli acidi grassi prevalgono i mono e polinsaturi. E’ assai rilevante la presenza di acido linoleico; elevato anche il contenuto minerale (ferro, magnesio, fosforo, selenio, zinco e rame), di vitamina E e di fibra alimentare.

    PINOLI-COMP NUTRIZ