• NUTRIRSI CLUB
  • 15 Maggio 2018 | Gallery

    Impressionismo e Avanguardie - Capolavori dal Philadelphia Museum of Art

    Fino al 2 settembre 2018, nella magnifica cornice di Palazzo Reale di Milano, è possibile ammirare la mostra “IMPRESSIONISMO E AVANGUARDIE. Capolavori dal Philadelphia Museum of Art”, una selezione di 50 capolavori provenienti da uno dei più importanti e storici musei americani,  

    un’occasione unica per ammirare opere dei più grandi pittori a cavallo tra Ottocento e Novecento nel loro periodo di massima espressione artistica, in un allestimento studiato per valorizzare ogni singola opera.
    Filadelfia è stata la capitale del collezionismo d’arte dalla metà dell’Ottocento e l’esposizione vuole essere il racconto di una storia che ha visto protagonista il suo museo e i collezionisti che hanno contribuito al suo arricchimento.

     22. Édouard Manet Ritratto di Isabelle Lemonnier ca. 1877

    Fondata nel 1681, Filadelfia si considerava sempre la prima e la più bella delle città degli Stati Uniti e nell’Ottocento era la più grande città nordamericana, i suoi commercianti facevano fortuna nel commercio, nelle navi a vapore, nelle ferrovie, nelle banche e abbellirono la città, gareggiando per renderla la capitale culturale dell'America.
    La prima Fiera mondiale ufficiale negli Stati Uniti fu tenuta proprio a Filadelfia nel 1876 e fu visitata da più di 10 milioni di persone (il 20% della nazione), contribuendo a stimolare i ricchi americani a viaggiare in Europa, dove l'arte era al top nella loro lista della spesa. 
    Ne è nato il Philadelphia Museum of Art, che ha aperto l'anno successivo, e possiede oggi una collezione di oltre 240.000 opere, rappresentative di oltre duemila anni di produzione artistica.

     28. Claude Monet La Zuiderkerk di Amsterdam ca. 1874

    A Palazzo Reale è possibile ammirare opere di artisti celeberrimi come Pierre Bonnard, Paul Cézanne, Edgar Degas, Edouard Manet, Paul Gauguin, Claude Monet, Vincent van Gogh, Camille Pissarro, Pierre-Auguste Renoir fino alle sperimentazioni di Georges Braque, Vasily Kandinsky, Paul Klee, Henri Matisse, Marc Chagall, Constantin Brancusi, Pablo Picasso, passando per il surrealismo di Salvador Dalí e Joan Mirò. A questi si aggiungono i lavori di tre grandi artiste: Mary Cassatt, Marie Laurencin, Berthe Morisot.

     45. Henri Rousseau Una sera di carnevale 1886

    Dall’8 marzo per visitare il Philadelphia Museum of Arts basta scendere alla fermata Duomo. Palazzo Reale ospita una mostra che riunisce tele di Manet, Degas, Cezanne, Van Gogh e Picasso e ricrea l’ambientazione e la luce delle sale del Philadelphia Museum of Arts. “L’architettura di luce che abbiamo disegnato esalta le singole opere, i colori e le pennellate, e, al contempo, crea ambientazioni nuove per trasportare oltre oceano ”. Commenta l’architetto Barbara Balestreri. “Abbiamo modellato la luce per accompagnare i visitatori in un viaggio nella storia dell’arte dall’Impressionismo al Surrealismo ma anche negli spazi della cultura statunitense .”
    Barbara Balestreri   

     36. Pablo Picasso Donna e bambine 1961

     


    SCHEDA 1

    SCHEDA 2

    SCHEDA 3

    1. Pierre Bonnard Omaggio a Maillol 1917