I sensi e il vino
Vincenzino Siani

Vista, udito, olfatto, gusto e tatto ci procurano dati su quella porzione del mondo naturale che compete alla nostra specie;odori e sapori arricchiscono la nostra vita e orientano le nostre scelte alimentari.

La vigna, l'uva, il vino
Vincenzino Siani

Il vino è il prodotto della fermentazione alcolica dell’uva, frutto della Vite, genere dalle molte specie,
 alcune di origine naturale, altre dovute all’opera dell’uomo.

Botero. Via Crucis, la Passione di Cristo
Vincenzino Siani

Il Palazzo delle Esposizioni di Roma ospita, fino al 1° maggio 2016, “Via Crucis, La Passione di Cristo” di Fernando Botero.

  • Luogo: Roma, Palazzo delle Esposizioni
  • Dal 13/02/2016
  • Al 01/05/2016
I vini nella Grecia antica
Dincer Savas Lenger

Vitis vinifera sylvestris è stata coltivata per la prima volta in Georgia e risale a circa 7000 anni fa la produzione dei primi vini nella zona nord occidentale dell’attuale Iran: l’attestazione archeologica viene da Hajji Firuz Tepe, una città neolitica nella valle del fiume Gadar.

Una dolce vita? Dal Liberty al design italiano. 1900-1940
Palazzo delle Esposizioni, Roma

Apre dal 16 ottobre al Palazzo delle Esposizioni la mostra “Una dolce vita? Dal Liberty al design italiano. 1900-1940” organizzata dall'Azienda Speciale Palaexpo in collaborazione con il Musée d'Orsay di Parigi e curata da Guy Cogeval e Beatrice Avanzi con Maria Paola Maino e Irene de Guttry.

  • Luogo: Roma, Palazzo delle Esposizioni
  • Dal 16/10/2015
  • Al 17/01/2016
Parigi, la Villette, il giorno prima
Vincenzino Siani

Avrò ancora per molto il sentimento del meraviglioso quotidiano? Lo vedo smarrirsi in ogni uomo, che avanza nella propria vita come in un cammino sempre meglio lastricato, che avanza nell'abitudine con crescente disinvoltura, che man mano si libera del gusto e della percezione dell'insolito.
Louis Aragon, Il paesano di Parigi

Balthus
Scuderie del Quirinale, Roma

La pittura di Balthus è rara, oggi poco esposta. La comparsa delle sue ultime polaroid ha suscitato una polemica, anacronistica e tuttavia molto attuale, a proposito dell’universo balthusiano, rivelando una conoscenza sommaria e parziale della sua opera ma soprattutto un clima reazionario. In questo momento, perciò, una retrospettiva “Balthus” si rende necessaria. (Cécile Debray)